Maschera led: come funziona e quali benefici apporta alla pelle

La tecnologia led (luce a emissione di diodo) è sempre più utilizzata nell’ambito della bellezza e del benessere della pelle, tanto che ora i trattamenti disponibili nei centri più qualificati sono tanti. Uno di questi trattamenti sta anche diventando tra i più richiesti. Parliamo della maschera led, che promette di migliorare l’aspetto della pelle attraverso l’utilizzo di diverse lunghezze d’onda di luce. In questo articolo esploreremo come funziona una maschera led e quali benefici può apportare alla pelle.

Che cos’è una maschera led

La maschera led è un dispositivo composto da una serie di diodi ad elevata intensità, che emettono luce a diverse lunghezze d’onda. La maschera è progettata per essere applicata direttamente sulla pelle, si adatta perfettamente al viso, ed alcuni modelli possono essere utilizzati anche in diverse aree del corpo come décolleté, mani, schiena e addome. Ne esistono alcuni che possono essere utilizzati comodamente anche a casa, per intensificare e potenziare le sedute in istituto. I trattamenti estetici con maschera led hanno avuto origine addirittura negli anni ’60 del Novecento, quando alcuni scienziati scoprirono che la luce a determinate lunghezze d’onda poteva avere effetti benefici sulla pelle. Inizialmente, la terapia led veniva utilizzata principalmente in ambienti medici per trattare condizioni come l’acne e la dermatite. Negli ultimi anni, tuttavia, questa tecnologia è diventata sempre più popolare nel settore della bellezza e della cura della pelle, e le maschere led sono diventate un’opzione sempre più comune per il trattamento di una varietà di condizioni dell’epidermide.

Benefici per la pelle della maschera led

La terapia a luce led è stata utilizzata per trattare una varietà di condizioni della pelle, tra cui acne, rughe, macchie scure e perfezionamento della texture della pelle. Qui occorre fare un distinguo tra i vari colori di queste luci. La luce rossa, ad esempio, è molto efficace per rigenerare la pelle. Questo particolare tipo di luce ha una lunghezza d’onda compresa tra 630 e 680 nanometri e agisce stimolando la produzione di collagene e elastina, due proteine essenziali per la pelle giovane e sana. La luce rossa inoltre aiuta a migliorare le linee, rughe e l’elasticità cutanea.

Un trattamento del genere amplifica i suoi benefici se contemporaneamente ci prendiamo cura della nostra pelle dall’interno con degli adeguati integratori antiage come un buon integratore di collagene.

La luce porpora riduce la produzione di sebo, frena lo sviluppo dei batteri responsabili dell’acne, utile in caso di rosacea, eczemi, psoriasi, dermatiti.

La luce verde, si utilizza per uniformare il tono della pelle e contrastare l’iperpigmentazione da melanina (macchie scure). Questa luce ha una lunghezza d’onda compresa tra 500 e 550 nanometri e agisce agendo sui melanociti, le cellule responsabili della produzione proprio di melanina.

Infine la luce arancione (o bianca in alcuni istituti) è perfetta per ridurre gli arrossamenti, aumenta la tolleranza della pella, svolgendo un’azione lenitiva e decongestionante.

Eventuali controindicazioni della maschera led

La terapia a luce led è generalmente considerata sicura per la maggior parte delle persone. Tuttavia alcune persone potrebbero essere più sensibili alla luce o avere condizioni della pelle che rendono la terapia sconsigliata. Prima di iniziare a utilizzare una maschera led, è importante perciò consultare un medico o un professionista della bellezza per assicurarsi che sia adatta alle proprie esigenze.

Vieni a provare la led mask LED-XPERT SKIN THERAPY al centro Estetica Blue (tutte le info qui: https://esteticablue2020.it/trattamenti/alta-tecnologia-cosmetica/  e per una pelle più sana e giovane.

Open chat
1
Scan the code
👋🏻 Benvenuti su esteticablue2020.it
Sono Nicoletta, cosa posso fare per te?